Agenda

Oltre ai talk e panel che vedi nella lista, il venerdì troverai:
food truck, area arcade, AI Cloud workshop con Salesforce e SheTech (registrati qui), LCA legal corner.

Marta Caroti

Event Manager, H-FARM

Riccardo Donadon

Founder & CEO, H-FARM

Passato, presente, futuro dell’industria digitale più chiacchierata del momento e sempre più centrale nelle strategie di comunicazione dei brand di tutto il mondo.

Un viaggio attraverso le epoche del gaming competitivo e della sua evoluzione da mercato di nicchia a cultura pop.

 

Filippo Pedrini

Esport Business Advisor

Il nuovo sogno dei videogiochi è ambire a essere un eSport ma non tutti hanno successo. Quali sono i criteri che distinguono un videogioco da un videogioco competitivo? Sono cinque i principali fattori che “creano” un eSport: il panel ha l’obiettivo di analizzarli, mettendo in risalto la figura dello spettatore e le differenti modalità con cui i publisher realizzano il proprio eSport.

 

Francesco Lombardo

Esport Reporter

Quando il campione diventa piattaforma di comunicazione.

In modo sempre crescente emergono modelli di business in cui i grandi campioni dello sport diventano produttori di se stessi.

Uno scenario in cui non si limitano al controllo diretto dei contenuti delle piattaforme social, ma finanziano piattaforme digitali che trasformano la loro popolarità in dati preziosi, e la loro immagine in asset di valore sempre crescenti.

Il mercato dei media è pronto a questa rivoluzione? 

 

Davide Bartolucci

Founder & CEO, SHADO

La questione della sostenibilità del packaging alimentare è sempre più presente nella nostra quotidianità. Ogni giorno nascono prodotti che tentano di trovare una soluzione sostenibile alle pellicole, ai contenitori e ai vari supporti in plastica utilizzati dall’industria alimentare. Attraverso la moderazione di Carlo Vischi, advisor in H-FARM ed esperto del settore food & wine, verranno presentate due realtà innovative e lungimiranti che con le loro proposte offrono un perfetto esempio della strada da percorrere in virtù dell’ecologia e della sostenibilità: beeopak, con le loro pellicole di cotone organico e PCUP, con il loro bicchiere intelligente.

A completare il panorama su questo vasto argomento interverrà anche Gianrico Esposito che porterà, tramite la sua esperienza di General Manager presso l’Hotel Danieli, la vision di una delle più grandi catene alberghiere del mondo nell’ambito della distribuzione alimentare consapevole ed ecologica.

 

Clarien Van De Coevering & Monica Fissore

Founder, Beeopak

 

Gianrico Esposito

General Manager, Hotel Danieli, a Luxury Collection Hotel

 

Stefano Fraioli

Founder e CSO, PCUP

 

modera Carlo Vischi

Advisor in H-FARM

Come sarà il futuro della gastronomia? Il modo più sostenibile – e probabilmente l’unico – di arrivare a nutrire una popolazione mondiale in espansione sarà… attraverso il passato. I successi del passato, però, non sono abbastanza da affrontare le sfide del futuro, e questo è il motivo per cui le conoscenza, la scienza e la tecnologia del presente sono un fattore chiave per aiutarci davvero a capire cos’è cucinare – e qual è il modo più sostenibile per farlo. José e Blanca fanno ricerca su alcune delle tecniche di cottura più ancestrali legate al potere della trasformazione degli alimenti. La fermentazione e altre reazioni enzimatiche sono un esempio perfetto del loro lavoro, tecniche antiche che, applicate attraverso le conoscenze e le tecnologie del presente, ci aiutano a capire come esplorare nuovi orizzonti di sapore e proprietà nutritive che siano contemporaneamente buoni per il nostro corpo e piacevoli per il nostro cervello. Capire questi processi ci permette di andare oltre il semplice cucinare con fuoco, elettricità, vapore… e arrivare a cucinare con il tempo.

 

Blanca del Noval
Chef e Ricercatrice

 

José de la Rosa Moron

Gastronomic Scientist

 

modera Giorgia Cannarella
Editor, Munchies Italia

“La sostenibilità è il valore della società di domani: rappresenta la nuova virtù”

Carlo Mazzi, Presidente Prada SpA

 

Questa è la visione del Gruppo Prada in materia di responsabilità sociale, un valore da sempre parte del DNA del Gruppo e che, oggi, attraversa in maniera dirompente tutto il suo storytelling corporate.

E questo è anche il messaggio che il Gruppo Prada lancia alle giovani generazioni e a tutti i consumatori, sempre più esigenti e impegnati su tali fronti.

Prada si conferma portavoce di una cultura che aspira a equilibri sostenibili: dalla promozione culturale, alla realizzazione di luoghi di lavoro unici, nonché al recente lancio di progetti come Prada Re-Nylon, il Gruppo racconta come ogni singolo gesto può avere un impatto globale.

 

Marta Monaco

Financial & Corporate Communication Senior Manager, Prada

La tecnologia ha fatto passi enormi, la scuola è rimasta ferma a guardare in molti casi. Studiamo ancora su vecchi computer con paradigmi ormai superati.

Ormai le nuove generazioni sono completamente abituate alla vita “digitale”, bisogna adeguare anche i metodi di insegnamento e di studio.

Come sarà la scuola di domani ? Quali saranno le tecnologie che potranno aiutare i nostri ragazzi a capire meglio e più velocemente argomenti complessi.

Come cambierà il rapporto insegnante studente e quali saranno le aule del futuro ?

Una discussione con una serie di esempi di come ci immaginiamo il tempo che verrà.

 

Marco Savini

CEO di BigRock

La voce è la next big thing dopo lo smartphone e sta cambiando radicalmente il modo in cui intendiamo oggi l’interazione con la tecnologia, con i brand e con le organizzazioni.

Gli smart speaker hanno aperto una nuova era di seamless computing trovando un’immediata accettazione da parte dei consumatori, ma le tecnologie vocali impattano sia il mondo consumer sia il business. Permettono facili integrazioni, sono hands-free, eyes-free e keyboard-free. Non richiedono nessun apprendimento da parte degli utenti e possono essere facilmente padroneggiate da bambini, anziani, persone con disabilità e difficoltà di apprendimento.

Durante l’intervento presenteremo lo stato dell’adozione delle tecnologie vocali in Italia.

 

Vittorio Di Tomaso

CEO, CELI

 

Bea Dobrzynska

Senior Manager, CELI

“La radio lancia la notizia, la tv la fa vedere, il quotidiano la spiega”, diceva Hubert Beuve-Méry. E i podcast?

Chi si occupa di questa nuova forma di comunicazione sa quanto sia difficile muoversi all’interno di un mondo in cui il confine tra “mi ricorda qualcosa che ho sentito in…” ed “è proprio uguale a…” spesso è quasi impercettibile.

Per non parlare del fatto che, ormai, per segnalare che un contenuto è stato realizzato #incollaborazionecon un brand, gli hashtag non sembrano mai abbastanza.

L’intervento mira a fornire agli addetti ai lavori consigli pratici, partendo dall’analisi di esempi concreti ed individuando le best practice da seguire per evitare di cadere in errore.

 

Miriam Loro Piana

Intellectual property lawyer, LCA Studio Legale

 

Francesco de Rugeriis

Intellectual property lawyer, LCA Studio Legale

È un’esperienza immersiva quella che diffonderà il digital audio all’interno di un ecosistema in costante evoluzione tecnologica grazie a reti di quinta generazione, assistenti vocali, connected car e smartphone sempre più potenti. Come possono i brand sfruttare questo strumento per i loro racconti di marca verso un consumatore sempre più evoluto? Lo scopriremo grazie ad una fotografia del fenomeno in numeri e la case history del primo branded podcast italiano.

 

Serena Maggioni

Head of Brand Campaigns, H-FARM 

Internet ha radicalmente trasformato la diffusione dell’informazione giornalistica e messo in stato di crisi i suoi modelli centenari. Mentre qualcuno ancora piange la scomparsa del passato, in molti – dal New York Times al Guardian, fino ai modelli italiani – stanno lavorando per costruire un futuro per l’informazione online, riportando i lettori al centro della conversazione e chiedendo loro di sostenere economicamente le testate che seguono. Mentre si vede la luce in fondo al tunnel delle fake news, stiamo per entrare in un decennio chiave nel garantire l’essenziale ruolo del quarto potere in una società sempre più liquida e digitale. Quali sono i trend, micro e macro, che segneranno i prossimi anni? Come sta cambiando il rapporto con i lettori, oggi sempre più coinvolti in prima persona nel costruire il futuro dei media?

 

Roberto Bernabò

Vicedirettore per lo sviluppo digitale, Il Sole24Ore

 

Federica Cherubini

Engagement Manager, Hearken Europe

 

modera Valerio Bassan

Digital Strategist

Le esperienze vissute da Fabio ed in particolare la storia di Rockin’1000, oltre a possedere una forte componente emotiva ed ispirazionale, sono in grado di fornire spunti su svariate tematiche spesso centrali della vita delle aziende che si pongono obiettivi particolarmente sfidanti. 

Raccontato con semplicità e spontaneità, coadiuvato da diversi materiali multimediali, l’intervento può assumere diverse declinazioni e concentrarsi sul varie sfaccettature, come: gestire sfide e sogni “quasi” impossibili, l’importanza della leadership, coraggio e motivazione, community e togetherness, comunicazione e viralità.

 

Fabio Zaffagnini

General Manager, Rockin’1000

Oltre ai talk e panel che vedi nella lista, il sabato troverai:
food truck, area arcade e giochi da tavolo con Magic Warrior, vintage market, Treviso Comic Book Festival, area test monopattini Helbiz, storytelling workshop con WeGeneration (registrati qui), torneo di Super Smash Bros Ultimate (registrati qui), torneo di Teamfight Tactics (registrati qui),  live music & festa finale.

Marta Caroti

Event Manager, H-FARM

Quanto la nostra società sarà sempre più una “shared community”? Quanto cambierà la nostra vita se sapremo sempre collaborare mettendo a fattore comune le nostre unicità? Quanto fiducia e responsabilità diventeranno sempre più centrali nella nostra quotidianità?

Cinque studenti universitari, alla scoperta del futuro per rispondere a queste domande e intercettare la direzione che sta prendendo il nostro mondo: We Generation è il progetto targato AUDI, in partnership con H-FARM, che abilita una ricerca sulla società del domani dal punto di vista della generazione che ne sarà protagonista. Tra tecnologia e nuovi stili di vita, verranno tracciati gli obiettivi di questa seconda stagione di We Generation.

 

Sofia Viscardi

Scrittrice & web creator

 

I Ragazzi di We Generation

Studenti University Program, H-FARM

Riccardo Romiti (Reynor)

StarCraft II Pro Player

 

modera Francesco Lombardo

Esport reporter

Come nasce un videogioco? I ragazzi di BigRock ci racconteranno come, in sole 5 settimane, i loro 13 studenti siano riusciti a dare vita a LEAFE. Dal documento di gioco al concept, fino allo sviluppo finale, Francesco De Marchi svelerà il “dietro le quinte” del videogioco e come i ragazzi abbiano imparato a lavorare in team come nelle grandi case di produzione di videogiochi.

 

Francesco De Marchi

BigRock teacher & Unity Developer

Alex Bellini, esploratore e divulgatore

Attraverso la moderazione di Giacomo Talignani, giornalista esperto di temi ambientali, Pierangelo Bressan, presidente di Garmont international, e Michele Sofisti, presidente di SOFOS Management, ci parleranno dell’importanza di azioni come quelle intraprese da Garmont per tutelare la biodiversità e fronteggiare il cambiamento climatico. 

Stipulando un accordo con la Global Conservation Corps, Garmont infatti ha preso un impegno importante in virtù di valori oggi sempre più fondamentali come la conservazione ambientale e la protezione delle specie più vulnerabili. 

L’obiettivo è quello di supportare i membri della GCC, associazione fondata nel 2015 da Matt Lindenberg per affrontare l’emergenza bracconaggio e salvaguardare il rinoceronte sempre più minacciato dai cacciatori di frodo a causa del valore del suo corno – il cui prezzo al mercato nero supera perfino quello dell’oro. Secondo una stima a questo ritmo di bracconaggio, i rinoceronti saranno estinti entro il 2026. 

Dal sodalizio tra Garmont e la GCC è nato un impressionante documentario dal titolo “Rhino Man”, incentrato sulla mission di queste due realtà così diverse eppure così vicine: supportare ranger e comunità del Sudafrica nel difendere il loro patrimonio naturale. A questo scopo la GCC ha sviluppato il progetto “Future Rangers” fondando 4 scuole da 2000 studenti per educare i bambini locali alla conservazione e alla protezione della natura con la prospettiva, altrettanto fondamentale, di creare dei posti di lavoro per la salvaguardia dell’ambiente. 

 

Pierangelo Bressan

Presidente, Garmont International

 

Michele Sofisti

Presidente, SOFOS Management

 

modera Giacomo Talignani

Giornalista

Quando si parla di musica e innovazione si tende a parlare sempre di musica elettronica, sintetizzatori e approcci sperimentali. Ma il futuro non è solo nelle accademie, è anche nelle mani e nelle menti dei ragazzini che scaricano software craccati e cominciano a costruire beat per i loro amici rapper—se non per loro stessi, data la concentrazione sempre maggiore di artisti che curano il proprio progetto in ogni singolo ambito. Sick Luke, che ha sfornato beat di successo di Dark Polo Gang, Gue Pequeno, Ghali, Izi e tantissimi altri, è una delle più grandi success story di questa generazione di producer fai-da-te: andiamo a scoprire, insieme a lui e al suo laptop, come lavora.

 

Performance e talk di Sick Luke

Producer e rapper


modera Elia Alovisi

Editor in Chief, Noisey Italia

I sex toy, nati come meri surrogati di parti del corpo e pratiche sessuali, sono diventati degli oggetti di design che – esposti dentro empori erotici e spediti in pacchi anonimi con corriere espresso – stanno silenziosamente cambiando il modo in cui la nostra società intende la sessualità e il piacere.

La ricerca sui materiali, la tecnologia, il design dei sex toy viene oggi applicata alla creazione di nuovi modi di vivere il piacere e connettere le persone.

Supportate da previsioni di vendita stellari, alcune imprenditrici illuminate stanno immaginando un futuro senza barriere geografiche e di genere progettando sex toy per tutti i corpi che ridefiniranno il discorso culturale sulla sessualità.

 

Ivano Messinese e Morena Nerri

Founder, Le Sex En Rose

I grandi colossi tech partecipano ai Pride in tutto il mondo e sottoscrivono una visione progressista della società, difendendo i diritti della comunità LGBTQ+. Ma questa posizione è in diretto contrasto con i meccanismi di censura che operano, soprattutto piattaforme estremamente popolari come Facebook e Instagram. Dalla cancellazione metodica dei capezzoli femminili ai ban improvvisi degli account che pubblicano contenuti sex-positive, un discorso ampio su cosa sia diversità e su come scardinare la sessualità dalla sessualizzazione e dal taboo sembra essere impossibile. Come si resiste a una censura che non ammette di essere censura? Giulia Trincardi di VICE Italia intervista Giulia Nicolino di Virgin & Martyr, pseudonimo dietro cui si cela un team composto principalmente da studenti di psicologia e medicina che su Instagram si occupa di temi inerenti all’educazione sessuale.

 

Giulia Nicolino

Illustratrice

 

Riccardo Coluccini

Contributor, VICE Italia

 

modera Giulia Trincardi

Managing Editor, Motherboard Italia

Un assaggio della creatività italiana con CIBO. La professione dello Street Artist, il rapporto con la città, una mission ambiziosa: cancellare l’odio dai muri. Una visione di arte non convenzionale, lontana dalle gallerie e vicina al cuore delle persone, che usa il linguaggio degli alimenti per coprire il cattivo con il buono.

 

Pier Paolo Spinazzè (Cibo)

Street Artist

L’innovazione in tutti i settori, e in quello del fine dining in particolare, è sempre inafferrabile e in tensione verso il futuro. All’interno di tante variabili (quali le stagionalità che si modificano, gli standard di eccellenza un po’ ingessati che si aprono a nuovi criteri di valutazione e critica, le scelte etiche, etc.) c’è solo una costante: la polivalenza che gli chef devono poter possedere. Non si tratta più solo di cucina in senso stretto, ma di supervisione di dinamiche strategiche e manageriali, di pianificazione, di progetti paralleli, di ricerca, del saper comunicare. Polivalenza intesa dunque come una molteplicità di funzioni, significati, valori.

I progetti firmati Floriano Pellegrino e Isabella Potì ne sono la prova: solo nell’ultimo anno è nato il Metaprogetto, il cui claim è “Starving For Future”, un programma di ricerca per arricchire i know-how di esperienze e scambiare conoscenze con professionalità giovani, intraprendenti, capaci di alzare l’asticella delle competenze. Allo stesso modo, seguendo la visione di Floriano Pellegrino, i due chef intendono avvicinarsi al mondo dello sport e del rugby in particolare, il cui l’assioma è il gioco di squadra – posizione, regole, team building. Isabella Potì ci presenterà la loro realtà, con tutti gli annessi e connessi, seguendo la versatilità dei leader come chiave di apertura della porta del futuro.

 

Isabella Potì

Head Chef & Partner, BROS’ by Floriano Pellegrino

 

modera Annalisa Zordan

Giornalista, Gambero Rosso

FutureShots Festival 2019

Il festival sull’innovazione di H-FARM

Carlo Vischi

Dal Piemonte Carlo Vischi, dopo 3 lustri dedicati alla editoria per le il gruppo editoriale Gribaudo – Feltrinelli, per il quale ha coordinato le collane dedicate ai più importanti chef stellati nazionali ed a vari testi di approfondimento sulla cucina regionale ed Italiana ed i suoi prodotti, ha ora il ruolo di advisor in H-FARM per le relazioni con il mondo agroalimentare, della ristorazione ed hotellerie.

Già coordinatore per le due edizioni italiane della guida Michelin dedicata al turismo del vino per Italia, Canton Ticino e regione Istria ha competenze ed esperienze legate anche al mondo del turismo, con particolare attenzione alla tendenza della costruzione di prodotti esperienziali. 

Giulia Trincardi

Nata a Bologna nel 1989, si trasferisce a Milano nel 2008 per studiare Media Design, poi a Copenhagen nel 2012 per un MSc in Video Game Analysis. Dal 2015 si occupa di scienza, tecnologia ed esseri umani per la redazione di Motherboard (VICE) a Milano.

Francesca Cherubini

Esperta di media e giornalismo, lavora per Hearken, un’organizzazione che si occupa di audience engagement. Prima di Hearken, ha lavorato per Condé Nast International come Audience Projects Editor.

Ivan Grieco

Ivan Grieco, 27 anni di Roma. Si è affacciato nel mondo esport nel 2008 come giocatore di Call Of Duty, vincendo diversi tornei Nazionali ed arrivando nel 2011 alla finale della qualifica per i primi Mondiali di Los Angeles. Terminata l’avventura da giocatore ha iniziato a commentare i primi tornei online e dal vivo, sempre su Call Of Duty.

Nel corso degli anni la sua passione è divenuta un lavoro e ad oggi è un caster e presentatore professionista del settore esport Italiano. Ha commentato 4 Mondiali di Call Of Duty, eventi Nazionali di Fifa e PES, il Campionato Italiano di CSGO, presentato i Campionati Italiani di Rainbow Six, etc.

Roberto Bernabò

Nato a Pietrasanta nel 1960, è laureato in Scienze della comunicazione. Professionista dal 1985, è cresciuto nel quotidiano Il Tirreno – la principale testata dell’ex gruppo editoriale L’Espresso – fino a diventarne direttore dal 2009 al 2014. Negli anni della sua direzione ha lavorato alla trasformazione digitale del quotidiano portandolo per due volte alla nomination nella terzina dei finalisti tra i siti non-english agli “Online journalism awards”.


Dall’ottobre 2014 al 31 dicembre 2017 è stato direttore editoriale di Finegil, la società a cui fanno capo tutti i giornali locali del Gruppo Gedi, occupandosi in modo particolare dell’innovazione digitale delle testate. È autore con il giornalista Corrado Benzio del libro “L’infanzia delle stragi” (Reverdito editore), ricostruzione del Caso Lavorini.

Filippo Pedrini

Keynote speaker, storyteller, contributor per Gazzetta dello Sport e consulente. Aiuta brand, aziende e società sportive professionistiche ad integrare il proprio business con l’industria degli sport elettronici. Ampio conoscitore del settore in Italia e all’estero, i suoi interventi digitali contribuiscono a diffondere la cultura degli eSport nel nostro paese.   

Riccardo Romiti (Reynor)

Scopre StarCraft II nel dicembre 2010, ad appena 8 anni e mezzo. Comincia a giocare con il padre per divertimento, ma dopo 3 anni viene notato da alcuni team esteri per il suo talento e viene acquisito dal team svizzero dei mYinsanity. Tornato in Italia, a 14 anni ottiene un incredibile Top 8 al Dreamhack di Valencia: è la prima anomalia creata in un circuito vietato a minori di 16 anni, perché Riccardo conquista il premio, ma gli vengono tolti i punti e, per una modifica al regolamento, per due anni non può più prenderne parte. 

Dal 2018 però, a 16 anni compiuti, può finalmente rientrare nel circuito ufficiale e solo in quell’anno Reynor vince moltissimi tornei online: ottiene un bel 5° posto sia al WESG in Cina, sia al WCS di Valencia, oltre ad arrivare a un passo dal conquistare il WCS di Montreal. Ha anche il grande onore di essere convocato dalla casa madre Blizzard per far parte del video di celebrazione dei 20 anni del gioco. 

La degna conclusione di un anno da incorniciare arriva a dicembre, quando entra a far parte del team francese Gamers Origin e diventa un atleta ufficiale Red Bull. Ad oggi, Reynor rappresenta appieno il futuro dell’esport italiano nel mondo, come dimostrano anche le vittorie al WCS Winter e al WCS Summer nel 2019.

Pier Paolo Spinazzè (Cibo)

Street artist veronese famoso per la sua colorata ricetta contro l’odio e il neofascismo. Da oltre 10 anni copre simboli discriminatori e scritte violente sui muri, con prelibatezze culinarie condite dei più alti valori civici e umanitari. Conta collaborazioni, interventi nazionali e internazionali di altissimo livello. La sua opera da 1.100mq a Zevio è oggi il murales più grande del Veneto e secondo d’Italia.

Michele Sofisti

Fondatore e presidente di SOFOS Management, società che fornisce servizi di consulenza strategica, marketing e gestionale. Ha ricoperto il ruolo di Amministratore Delegato di Ferrari Germania, di presidente e AD di Swatch AG, OMEGA SA, Fred Jewellers e Christian Dior watches di LVMH,di Gucci watches and jewellery e di Sowind Group.

Attualmente è advisor della Global Conservation Corps. Dal 2004 al 2009, membro del Council of Advisors della NGS a Washington.

Isabella Potì

Isabella inizia la sua esperienza in pasticceria moderna e classica, guidata dal pasticciere Torreblanca. Continua le sue esperienze alla corte dello chef Cloude Bosi a Londra e dallo chef basco Berasategui. Nel 2018 entra nel mondo televisivo come giudice del programma “Il ristorante degli Chef” su Rai 2.

Marta Monaco

Si occupa da sempre di comunicazione corporate per il lusso, con esperienze presso aziende leader nella moda e nel design. In Prada da 10 anni, segue l’evoluzione della comunicazione corporate creando uno storytelling multi stakeholder e multi piattaforma: dalla realizzazione di grandi progetti istituzionali in ambito culturale, al focus più recente sui temi della comunicazione finanziaria e della sostenibilità, con l’obiettivo di rafforzare la reputazione e il posizionamento del Gruppo.

Clarien Van De Coevering

Clarien Van De Coevering, violinista, formata nell’insegnamento dell’inglese col metodo Kindermusik, in collaborazione con Monica Fissore fondano Beeopak, con l’ambizione di contribuire concretamente alla difesa dell’ambiente e alla lotta allo spreco alimentare. 


Beeopak propone packaging 100% naturali, ecolocigi e riutilizzabili, capaci di sostituire con un solo involucro un metro quadrato di pellicola di plastica.  

Giorgia Cannarella

Nata e cresciuta a Bologna, ha scritto di cibo per alcune delle più importanti testate online e cartacee italiane. Al momento è editor di Munchies Italia.

José de la Rosa Moròn

Biologo assorbito dalla gastronomia e i suoi legami con neurofisiologia, microbiologia e design. Gestisce il Food Alchemist Lab al Future Food Institute.

Alex Bellini

Negli ultimi 20 anni ha affrontato grandi sfide che lo hanno portato a toccare gli angoli più remoti della terra, non tanto per il fascino del traguardo o della performance sportiva quanto per l’esigenza vitale di conoscere se stesso. Questo percorso di introspezione personale lo ha spinto ad occuparsi sempre di più di uno dei problemi principali che affliggono il mondo: la plastica. Nasce così il progetto 10 RIVERS 1 OCEAN.

Francesco Lombardo

Dal 2014 racconta il settore dell’eSport attraverso personaggi, eventi e tornei. Notizie dall’Italia e dall’estero, dalla pura competizione all’aspetto più economico e di marketing dell’industry. Interviste, reportage, analisi: narra l’eSport in tutte le declinazioni volando in giro per il mondo per assistere ai principali tornei.

Bianca del Noval

Nata e cresciuta in Spagna, laureata in Gastronomy and Culinary Arts, ha lavorato in diversi ristoranti del mondo. Chef ricercatrice al Basque Culinary Center di San Sebastian, mette la sostenibilità al centro della sua ricerca.

Annalisa Zordan

Laureata in Filosofia e Scienze gastronomiche, in forze dal 2012 al Gambero Rosso dove è impegnata su più fronti. Nel 2017 è stata premiata da Identità Golose come miglior food writer.

Pierangelo Bressan

Imprenditore italiano con un forte background nel campo dell’abbigliamento. Con una buona dose di coraggio e forte del know-how imprenditoriale acquisito anche in altri settori, ha rilevato il marchio Garmont nel 2014 e ha guidato la sua ripresa, chiudendo il 2018 con una crescita del 130% rispetto all’anno di ripartenza del 2014.

Valerio Bassan

Giornalista e autore, per media company italiane e internazionali si occupa dello sviluppo di prodotti digitali con un focus sulle dinamiche di monetizzazione e dell’empathy economy.

Riccardo Coluccini

Riccardo Coluccini ha conseguito la laurea Magistrale in Ingegneria Meccatronica presso il Politecnico di Torino e scrive come freelance di sorveglianza digitale, privacy, e antropologia di internet. Fa massiccio uso di richieste FOIA.

È membro del Hermes Center for Transparency and Digital Human Rights e attualmente gestisce un progetto che utilizza le leggi sulla trasparenza e il FOIA per monitorare le tecnologie di sorveglianza impiegate dal governo italiano.

Elia Alovisi

Elia Alovisi (Cremona, 1991) è l’editor-in-chief di Noisey Italia. Ha vissuto per un pò a Londra, fatto il web editor di Rumore, tradotto canzoni e lavorato nell’editoria scolastica.

Marco Savini

Marco Savini (Roma, classe 1974) è il fondatore e CEO di BigRock. Con un passato nell’Aeronautica Militare,Savini è uno dei primi in Italia a studiare e sviluppare Computer Grafica, scrivendo diversi libri su Maya ecollaborando con produzioni di prestigio di video-clip musicali e pubblicità.

Dopo un’esperienza diformazione per aziende e professionisti come Guru per Adobe, Savini fonda la sua prima scuola eproduzione di Computer Grafica, Dark Side Academy a Verona. Dopo qualche anno di esperienza, Savinilascia Dark Side per fondare BigRock, il coronamento di una visione di scuola completamente diversa daqualsiasi immaginario italiano

Riccardo Donadon

Nasce a Treviso nel 1967, già nel 1996 fonda il Mall Italy Lab, il primo centro commerciale virtuale italiano nato in seno a Verde Sport, società del gruppo Benetton.


Nel settembre del 1998 fonda E-TREE, che diventa in pochi mesi la società di riferimento in Italia nell’ambito dei servizi Internet. Velocità di crescita e metodologia di business permettono alla società di raggiungere i 26 miliardi di lire di fatturato già nel terzo bilancio con un ottimo utile netto e 160 dipendenti. E-TREE viene ceduta al 100% al gruppo Etnoteam nel 2001. Donadon lascia E-TREE alla fine del 2003.


Nel gennaio 2005 Donadon fonda H-FARM, collocandola di proposito in alcuni casali nell’immensa tenuta di Ca’ Tron di fronte alla laguna di Venezia. H-FARM oggi è una realtà di innovazione in grado di supportare la creazione di nuovi modelli d’impresa e la trasformazione ed educazione dei giovani e delle aziende italiane in un’ottica digitale.

I Ragazzi di We Generation

Cecilia, Federico, Fabio, Giulia, Johnny: sono loro i protagonisti della seconda stagione di We Generation. Un gruppo di ventenni in viaggio, studenti universitari con percorsi diversi – ingegneria, comunicazione, digital management, teatro – uniti dalla curiosità della scoperta e dal piacere di raccontare la società del futuro secondo il punto di vista della loro generazione. 

Sofia Viscardi

Sofia Viscardi, 21 anni, è una web creator seguitissima sui social network, che vanta una community di ben 750 mila iscritti su Youtube e di 1,4 milioni followers su Instagram. Grazie al suo carattere estroverso, alla spontaneità e al linguaggio autentico che caratterizza i suoi video è riuscita in pochi anni a diventare portavoce della generazione Z, fatta di ragazzi con ambizioni concrete e pronta a mettersi in discussione.

Il suo talento creativo non si limita soltanto al web, ma si estende anche al mondo dell’editoria. Nel 2016, infatti, pubblica il suo primo romanzo “Succede”, che diventa in poco tempo un best seller con oltre 100 mila copie. Il riscontro di pubblico e critica è così travolgente da portare il romanzo di Sofia anche sul grande schermo: nel 2018, infatti, esce nelle sale “Succede – Il Film”, prodotto da Indigo Film con il supporto di Show Reel.

Il 20 febbraio 2018 pubblica il suo secondo romanzo “Abbastanza” (Mondadori), che in una sola settimana conquista il primo posto nella classifica dei “Libri più venduti” e il secondo in quella di “Narrativa italiana”.

Nel 2018, arriva al primo posto nella classifica “100 under 30” di Forbes nella categoria Media; Nel marzo del 2019 è inserita da SEMrush all’interno della classifica delle imprenditrici italiane più famose del web, classificandosi seconda.

La figura di Sofia è sempre più tenuta in considerazione anche dalle Istituzioni: partecipa a due edizioni della Cerimonia della Festa della Repubblica al Quirinale; il 29 gennaio 2018 partecipa all’eccezionale incontro in live straming “I giovani e la Rete”, insieme a un gruppo di creator e il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il 13 marzo 2019 presenta, insieme al Presidente della Repubblica, la Cerimonia degli Alfieri presso il Quirinale.

Il 2019 di Sofia parte a febbraio con il nuovo progetto editoriale “Venti” – di cui è direttrice artistica – che prende vita in primis sul suo canale Youtube (il cui nome ora è, appunto, “Canale di Venti”) e sul neonato profilo Instagram @profilodiventi. Venti è un magazine in formato video, un hard disk, una dispensa di pensieri, testimonianze e approfondimenti, il cui obiettivo è esplorare con un tono curioso ed empatico cosa significhi avere (o sentirsi) vent’anni oggi, attraverso una serie di format tra cui interviste, minidocumentari culturali e spiegazioni dei fenomeni del momento. Tra i format del canale già lanciati: “168 ore”, “Te lo spiego facile”, “Studia con me” e “Sopra le righe”.

Bea Dobrzynska

Nata in Polonia, trapiantata in Italia nel 2004. Laureata in filologia. Dall’inizio della carriera professionale italiana coinvolta nello sviluppo di tecnologie vocali. 


Dopo qualche anno di esperienze diverse, negli ambiti legati alla macchina connessa ed innovation di un contact center, con l’avvento degli smart speaker, tornata in CELI ad occuparsi della voce.

TORNEO DI TEAMFIGHT TACTICS

Partecipa al torneo di Teamfight Tactics organizzato da QLASH Italia.

 

Primo qualifier

martedì 17 settembre

Secondo qualifier

giovedì 19 settembre

Ultimo qualifier

sabato 21 settembre – ore 10

(durante FutureShots)

Premi

Il primo classificato vincerà un viaggio per assistere ad entrambe le giornate dei quarti di finale di LoL a Madrid (volo di andata e ritorno a Madrid, 2 notti in hotel, accesso alla location con biglietto singolo, posto standard) il 26-27 ottobre.

i primi due classificati si qualificheranno al TFT QLASH Invitational;
i primi 4 classificati riceveranno dei gadgets QLASH.
Tutti gli 8 partecipanti avranno un mini gadget omaggio.

Massimo Angelini

Massimo Angelini è Direttore Public Affairs, Internal & External Communication di Wind Tre S.p.A. dal 31 dicembre 2016.

Entrato in Wind nel 1999 come Responsabile Qualità Totale, dal 2002 ha ricoperto il ruolo di ULL Project Manager.

Nel 2003 è stato Direttore Nord Est della Direzione Commerciale Consumer e dal 2004 ha ricoperto il ruolo di Direttore Customer Operations, responsabile dell’assistenza clienti Consumer, Microbusiness e Corporate.

Da luglio 2007 è stato Direttore Vendite Fisso Consumer e Microbusiness della Business Unit Consumer. Nel 2012 assume il ruolo di Direttore Public Relations di Wind Telecomunicazioni S.p.A.

Massimo Angelini si è laureato in Economia e Commercio presso l’ Università “ La Sapienza” di Roma e ha conseguito un Master in Sviluppo Manageriale alla LUISS di Roma. E’ iscritto all’Ordine Nazionale dei Giornalisti.

Massimo è nato a Roma nel 1959. E’ sposato e ha due figli

Stefano Fraioli

Stefano Fraioli, 29 anni. Dopo una formazione classica e diversi anni di esperienza come promotore finanziario incontra il suo amico d’infanzia Lorenzo Pisoni. Decide di mollare il lavoro e impegnare tutta la sua attenzione su un promettente progetto.

Insieme fondano PCUP. Azienda che si propone di creare una soluzione sostenibile dal punto di vista economico ed ambientale all’usa e getta, nello specifico nell’ambito Beverage, tramite la produzione e commercializzazione di un bicchiere ecologico, riutilizzabile ed intelligente. Stefano è direttore commerciale di questa realtà in rapida crescita.

Francesco De Marchi

Francesco De Marchi nasce a Vicenza nel 1989. Appassionato di cinema, videogiochi e grafica 3D, dopo la laurea al Dams di Padova inizia a sperimentare con i primi software realtime fino all’iscrizione al Master VR di Bigrock nel 2017.

Dopo il master viene selezionato insieme ad altri 14 per proseguire l’esperienza nel gruppo di ricerca e sviluppo interno a Bigrock per poi rimanere subito dopo come insegnante e responsabile dello stesso Master VR, ora arrivato alla nona edizione e sempre di più incentrato sullo sviluppo da zero di videogiochi. 

Serena Maggioni

Un’esperienza di dieci anni in agenzie media internazionali (IPG, WPP e Publicis Groupe) specializzandosi nel campo della comunicazione e del marketing digitale, gestendo alcuni tra i top spender in termini di investimenti pubblicitari dei settori FMCG, Entertainment, Technology, Finance, Pharma, Fashion e Lusso.

Nel 2018 entra in H-FARM nella business unit di Digital Marketing con l’incarico di sviluppare le attività di comunicazione di brand awareness delle aziende clienti.

Fabio Zaffagnini

Fabio Zaffagnini ha iniziato la sua carriera professionale come geologo marino presso l’Istituto di Scienze Marine del CNR Bologna e per il Centro Euromediterraneo per i Cambiamenti Climatici. Dopo un’esperienza di libera professione, nel 2012 inizia ad occuparsi di trasferimento tecnologico e ricerca industriale per un centro di ricerca privato. Nel 2011 avvia il progetto Trail Me Up, un sistema di realtà virtuale aumentata che permette agli utenti di fare visite guidate virtuali di sentieri. Dal 2015 è inserito nella lista degli Experts della Commissione Europea per le capacità di design di prodotto.

Infine Fabio è il creatore ed il coordinatore di Rockin’1000, un evento che ha fatto suonare a 1000 musicisti un brano dei Foo Fighters, il cui video ha superato 50 milioni di visualizzazioni.

Le sue passioni sono i viaggi, la musica Rock ed il beach volley.

Francesco de Rugeriis

Francesco fa parte del Team IP, Nuove Tecnologie e Privacy di LCA Studio Legale.

Assiste clienti nazionali ed internazionali in ambito stragiudiziale relativo al diritto industriale e della proprietà intellettuale, della protezione dei dati personali, dell’Information Technology, del commercio digitale e della pubblicità.

Si occupa inoltre di operazioni di M&A aventi a oggetto società industriali, innovative e creative, e collabora nell’assistenza giudiziale relativa a diritti di proprietà intellettuale e industriale.

Ivano Messinese & Morena Nerri

Nel 2017 fondano il blog Le Sex en Rose dove raccontano di scoperte sessuali, mete naturiste e sex toy contribuendo a costruire una cultura positiva della sessualità umana. Sono la prima coppia di sex blogger a creare una comunità su Instagram che conta più di 15k followers. Codificano il format delle Naked interviews, per normalizzare la nudità e parlare senza barriere di sessualità.

Con il progetto Instagram #Millemodidi narrano la masturbazione femminile. Portano in Italia Generazione Slut (Slutever, K. Sciortino) occupandosi di traduzione, prefazione e illustrazione di copertina.

Miriam Loro Piana

Miriam fa parte del Dipartimento di Proprietà Intellettuale, Nuove Tecnologie e Diritto dell’Arte di LCA Studio Legale.
Presta assistenza a clienti nazionali e internazionali in fase precontenziosa e giudiziale, nei settori del diritto d’autore (con focus sul mondo dell’arte), dei marchi, della concorrenza sleale e della pubblicità.


Collabora inoltre con numerose società di comunicazione nelle fasi di progettazione e sviluppo di creatività pubblicitarie, in particolare nell’ambito del digital marketing.

Giulia Nicolino

Giulia Lineette è un’illustratrice e i suoi lavori hanno una caratteristica fondamentale, ovvero quella di essere senza veli, senza filtri.

La sua fonte d’ispirazione è la vita di tutti i giorni con i suoi momenti belli e quelli talmente complicati da essere difficili da spiegare, ebbene, lei li trasforma in immagini, riuscendo così a dargli una lingua universale.

Sogna un mondo dove non esistano cose da “non dire”, per questo sostenere e prendere parte al progetto Virgin & Martyr è stata un’evoluzione spontanea del suo percorso artistico e personale. Trovare persone con i tuoi stessi valori con cui fare squadra è una delle cose migliori che ti possa capitare.

Virgin & Martyr è un progetto collettivo di divulgazione che promuove l’informazione chiara, aggiornata e inclusiva. Dal corpo al piacere, con tutto ciò che li circonda, demoliamo i tabù e pregiudizi che circondano questi temi tramite approcci nuovi e positivi alla portata di tutti.

Davide Bartolucci

Nato nel 1974, lavora nella comunicazione e dei nuovi media dal 1995. Tra il 1998 e il 2003, prima come designer, poi come responsabile dei progetti internet è parte di Giacometti Associati, branding agency che ha firmato la corporate identity di Benetton ed Aprilia. Negli anni della “new economy” lavora così alle strategie di posizionamento e identità in progetti e-commerce sviluppati per Arthur Andersen e Deloitte Consulting sperimentando parallelamente i primi progetti editoriali online di web radio e web TV, con la costante ricerca dell’integrazione tra contenuto e tecnologie emergenti.

Specialista di branding e nuove forme di intrattenimento si unisce al progetto H-FARM sin dalla prima fase e nel 2007 fonda SHADO, realtà fortemente specializzata nella produzione di contenuti originali e piattaforme editoriali interattive di cui è attualmente Amministratore Delegato con la responsabilità dell’area Branding e Storytelling di H-FARM.

Gianrico Esposito

Esposito, di origini Napoletane, vanta un’esperienza di alto profilo nella gestione di strutture alberghiere e fa parte del mondo dell’ospitalità di lusso da oltre 40 anni e della compagnia da quasi 30 anni. Il suo percorso professionale inizia nel 1977 in Sardegna, entra in Starwood Hotels & Resorts nel 1992 proprio nel leggendario hotel di Venezia, che oggi dirige, dove restò fino al 1999 come Front Office Manager. 

Molte le sue esperienze in Italia negli alberghi oggi parte del gruppo Marriott International: Excelsior Hotel Gallia, a Luxury Collection Hotel, Milan; The Westin Palace Milan; The Westin Europa & Regina e da ultimo lo Sheraton Milan Malpensa Airport Hotel & Conference Centre di cui ha seguito l’apertura nel 2010 ponendo le basi di quello che oggi è uno degli hotel aeroportuali di maggior successo in Europa.

Vittorio Di Tommaso

Laureato in Filosofia del Linguaggio, Vittorio Di Tomaso è stato co-fondatore di CELI – Language Technology, di cui è attualmente presidente e amministratore delegato. È stato co-fondatore di Blogmeter, la più evoluta piattaforma italiana di Social Media Intelligence, e di Synapta, startup innovativa specializzata nei Linked Open Data, spin-off del Centro Nexa del Politecnico Torino.


Dal 2017, a seguito dell’acquisizione di CELI da parte di H-FARM, guida l’area di Artificial Intelligence.
Il curriculum scientifico comprende un periodo come visiting researcher alla Brandeis University di Waltham, Massachusetts e periodi come docente presso l’Università del Piemonte Orientale, la Libera Università di Bolzano e l’Università di Torino. È autore di pubblicazioni scientifiche sui temi dell’analisi automatica del linguaggio naturale, dell’intelligenza artificiale e dei social big data.

Giacomo Talignani

Giornalista di Repubblica e Gruppo Espresso, collabora con la Rai per la trasmissione Geo e con l’Ordine nazionale dei Biologi. Per quattro anni vice caposervizio di Huffington Post. Si occupa di tematiche ambientali e sociali, storie, cronaca, scienza e viaggi. Ha curato inchieste e interviste su cambiamenti climatici, inquinamento da plastica e lotta per la conservazione degli animali.

WE GENERATION: WORKSHOP DI STORYTELLING

Come si raccontano argomenti in costante evoluzione come futuro, tecnologia e innovazione in un ambiente altrettanto veloce come quello digitale? Tra scrittura per il web e interviste con Pier Paolo Spinazzè (CIBO) e José de La Rosa Moròn, ospiti del Festival, un laboratorio partecipativo di future storytelling con un focus su alcuni tool pratici utili ai social reporter del domani. A cura della redazione di We Generation e H-FARM.

Per favorire le attività pratiche previste nel laboratorio, si consiglia ai partecipanti di portare con sé il proprio laptop.

Sabato 21 settembre 

11:00 — 12:30

Area Audi WeGeneration, @ Seed Village, H-FARM

SUPER SMASH BROS ULTIMATE

Partecipa al torneo di Super Smash Bros Ultimate su Nintendo Switch, in collaborazione con Serenissima Smash. Unisciti alla lotta scegliendo tra più di 70 personaggi dei videogiochi che hanno fatto la storia!
Tutti i controller e le console sono forniti dalla community, ma puoi portare i tuoi controller.

Sabato 21 settembre

 

14:00 – 19:00

Sick Luke

Nato a Londra nel 1994 e cresciuto tra Italia e U.S.A., inizia ad appassionarsi al rap ascoltando i dischi del padre, Duke Montana, storico rapper romano.A 13 anni, incuriosito dal mondo dell’hip hop e dalla produzione della musica, inizia a comporre. La prima base di Luke è stata utilizzata per il brano Making Moves, uscito nel mixtape di Duke Montana dal titolo Grind Muzik 1.Durante la sua adolescenza gira l’Italia in tour con il padre e apre i concerti di importanti esponenti del rap mondiale come gli Onyx o il Wu Tang Clan.


Sick Luke inizia a produrre basi per numerosissimi rapper americani e italiani, diventando oggi uno dei producer più ricercati e di successo: produce per Sfera Ebbasta, Guè Pequeno, Reggie Mills Izi, Ugly God, Fabri Fibra, Tedua, Emis Killa, Marracash e molti altri.Nel 2015 nascono l’amicizia e il sodalizio artistico con la Dark Polo Gang, per la quale produce 7 mixtape, tra cui Full Metal Dark, Crack Musica, Succo di zenzero, The Dark Album e Twins, disco certificato platino.